Serramenti REI

Descrizione e applicazioni

serramenti reiI serramenti tagliafuoco sono sistemi di protezione passiva in quanto non agiscono sull’incendio ma, per il solo fatto di essere presenti, ne ostacolano il propagarsi.
I serramenti tagliafuoco non hanno una resistenza illimitata al fuoco, ma sono in grado di ritardare la trasmissione del calore, delle fiamme o dei gas generati dall’incendio alla struttura protetta e agli ambienti adiacenti.

I serramenti tagliafuoco devono avere caratteristiche di resistenza al fuoco che vengono espresse in classi di resistenza; la resistenza al fuoco è la capacità di un componente o struttura di conservare per un determinato periodo di tempo, misurato in minuti, le sue caratteristiche a fronte di un incendio.
La resistenza al fuoco di un serramento tagliafuoco viene espressa qualitativamente mediante un simbolo formato da lettere e quantitativamente mediante un numero.

  • R rappresenta la resistenza meccanica di un componente o dell’intera struttura;
  • E rappresenta la tenuta alla fiamma, ai vapori e ai gas caldi e l’assenza di loro sviluppo sul lato opposto al fuoco;
  • I rappresenta l’isolamento termico.

In questi termini un elemento tagliafuoco può essere così classificato:

  • REI quando mantiene, per un tempo determinato, la stabilità, la tenuta e l’isolamento termico;
  • RE quando mantiene, per un tempo determinato, la stabilità e la tenuta;
  • R quando mantiene, per un tempo determinato la stabilità.

In relazione ai requisiti dimostrati gli elementi vengono classificati da un numero che esprime i minuti primi: 15 – 30 – 60 – 90 – 120 – 180 minuti.
Con il termine serramenti tagliafuoco sono rappresentati solitamente le seguenti strutture:

  • Porte tagliafuoco interamente in metallo ad una o due ante;
  • Portoni tagliafuoco scorrevoli interamente in metallo;
  • Porte tagliafuoco in metallo con oblò vetrati ad una o due ante;
  • Porte tagliafuoco interamente in vetro ad una o due ante;
  • Porte tagliafuoco interamente in legno ad una o due ante;
  • Porte tagliafuoco in legno con oblò vetrati ad una o due ante;
  • Montacarichi tagliafuoco (saliscendi);
  • Strutture tagliafuoco vetrate;

Elementi di chiusura come: maniglie, maniglioni antipanico, dispositivi di chiusura, elettromagneti, etc.

L’articolo 5 del D.M. 03.11.2004 – Disposizioni relative all’installazione e manutenzione dei dispositivi per l’apertura delle porte installate lungo le vie di esodo, relativamente alla sicurezza in caso di incendio, riporta che i dispositivi di apertura manuale porte tagliafuoco, nelle attività soggette al controllo dei Vigili del Fuoco ai fini del rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi, devono essere muniti di marchiatura CE.

Il suddetto Decreto prevede che, entro il 12 febbraio 2011, i dispositivi di apertura manuale delle porte poste lungo le vie di esodo (antipanico/emergenza) già installati, ma sprovvisti di marcatura CE, dovevano essere sostituti con prodotti marcati CE, quando ne era prevista l’installazione in attività soggette al controllo dei Vigili del Fuoco ai fini del rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi.

Restano pertanto esclusi dall’obbligo di sostituzione:

  • I dispositivi di apertura manuale non marcati CE installati in altre uscite (non antipanico/emergenza) nelle attività soggette al controllo dei Vigili del Fuoco;
  • Tutti i dispositivi di apertura manuale non marcati CE installati nelle attività non soggette al controllo dei Vigili del Fuoco.

Inoltre I dispositivi di apertura manuale delle porte poste lungo le vie di esodo devono essere conformi alla norma UNI EN 179:2008 – Maniglie per uscite di emergenza – e alla norma UNI EN 1125:2008 – Maniglioni antipanico – a seguito di specifiche condizioni.

Privacy Policy - Cookie Policy
si4web

Arema s.r.l.
Via Masi Simonetti, 38/A - 32100 - Belluno
Tel: 0437 - 34756 | Fax: 0437 - 359889
P.IVA: 01071660250 - REA BL n. 93415
Email: arema.antincendi@libero.it | Pec: arema.antincendi@legalmail.it